Juventus-Napoli: rinvio o 3-0 a tavolino?

04/10/2020

Tutto è iniziato nella serata di ieri, quando il Napoli non si è presentato all’aeroporto di Capodichino per prendere il volo che avrebbe portato la squadra a Torino dove stasera avrebbe dovuto giocare il posticipo della terza giornata del campionato di Serie A 20/21 contro la Juventus.Dai comunicati pubblicati la mancata partenza della squadra partenopea è da attribuire ad un monito della ASL Napoli 1 che avrebbe sconsigliato la società di Aurelio De Laurentiis a lasciare la Campania per prevenire la diffusione del Covid-19, visti i tamponi positivi dei calciatori Zielinski ed Elmas.La Lega Calcio, appresa la notizia, non ha emesso alcuna comunicazione, lasciando di fatto regolarmente “in programma” la sfida dell’Allianz Stadium, dove la Juventus è regolarmente scesa in campo rispettando alla lettera i protocolli ed il programma della Lega Calcio.Il protocollo firmato dalle società, dalla Lega e dal Governo prevede il rinvio delle gare solo nell’ipotesi in cui una rosa veda al suo interno un minimo di 10 tesserati affetti da Covid-19.In diretta Sky il Presidente bianconero Andrea Agnelli ha fatto chiarezza sull’accaduto, spiegando il comportamento della società piemontese: “Noi abbiamo rispettato il protocollo alla lettera come ho spiegato al Presidente De Laurentiis. La Lega Calcio non ha comunicato alcun rinvio e la Juventus si è presentata regolarmente in campo, quello che succederà non è di mia competenza.”Il ministro Spadafora ha più volte ribadito che alle Autorità sanitarie locali è demandata la chiara responsabilità ed una azione di vigilanza, non sbilanciandosi di fatto in una posizione chiara.La AS Roma Calcio a 8 chiede spiegazioni al governo, perché questa divergenza tra stato e regioni? Chi ha la competenza in materia?“Premesso che la priorità pensiamo debba essere la salute dei calciatori e di tutti coloro che orbitano intorno al calcio, troviamo inverosimile quanto successo.Perché la ASL della Campania non ha permesso (o meglio ha sconsigliato) di partire al Napoli e la Lega non ha emesso alcun provvedimento a riguardo?Se c’è un protocollo è giusto seguirlo ma sarebbe logico e corretto che tale regolamento venisse posto anche all’approvazione delle regioni, onde evitare tali incomprensioni.”“Chiediamo- conclude il Presidente della AS Roma Calcio a 8 Michel Emi Maritato- spiegazioni al ministro Spadafora sull’accaduto”