CODICE ROSSO IN QUARANTENA? LE VIOLENZE DOMESTICHE COINVOLGONO ANCHE I FIGLI MINORI

06/04/2020

A fronte dei recenti episodi di cronaca che vedono, ancora una volta, donne vittime di violenza domestica e di genere, la dott. ssa Adriana Pannitteri, scrittrice e giornalista del TG1, spiega che non bisogna aver paura di chiedere aiuto: “la Ministra per le Pari Opportunità Bonetti ha firmato  una convenzione con le associazioni di farmacisti per far sì che una donna – impossibilitata a telefonare – possa rivolgersi al personale in servizio per ricevere sostegno.

Le farmacie attive sul territorio nazionale riceveranno materiale informativo con le linee guida e le procedure a sostegno delle donne che potranno semplicemente utilizzare questa formula: Mascherina 19”. Secondo il dott. Valerio de Gioia, Giudice del Tribunale di Roma, “vi sono inequivocabili segnali che inducono a ritenere che sia in atto un costante aumento delle violenze endofamiliari, sia psicologiche sia fisiche, agevolato da un obbligo di permanenza nelle abitazioni che genera o alimenta tensioni familiari che, mai come adesso, è complicato denunciare”. La cosa più grave, conclude il magistrato, è che a tali violenze, spesso, sono costretti ad assistere i figli minori (c.d. violenza assistita).