CORONAVIRUS, ASSOTUTELA: “NO A BIGLIETTI AEREI ALLE STELLE”

11/05/2020

“Questa associazione intende esprimere la propria preoccupazione in merito a quanto potrebbe accadere nel settore del trasporto aereo, già piegato da una crisi economica e finanziaria senza precedenti.

Apprendiamo infatti che il costo medio di un biglietto aereo in Europa potrebbe aumentare addirittura del 49%, se le compagnie aeree dovessero essere obbligate a tenere vuoto il posto in mezzo in ogni fila da tre, ossia la tradizionale disposizione dei sedili nei voli di breve e medio raggio. Questo, secondo gli obiettivi, al fine mantenere il distanziamento sociale e la sicurezza dei passeggeri. Si tratterebbe della beffa che si aggiunge al danno economico per migliaia di cittadini che, inoltre – vogliamo ricordarlo – in numerosi casi stanno ancora attendendo il rimborso dei biglietti già acquistati dei voli, poi annullati a causa della emergenza legata al Coronavirus Covid – 19. È quanto mai chiaro ed evidente che è necessario un intervento immediato e concreto da parte del governo nazionale”.
Così, in una nota, Alessandra Zorzi, coordinatore legale Assotutela Regione Veneto.