Una Roma stanca esce con le ossa rotte da Parma: i giallorossi precipitano dal terzo al quinto posto

11/11/2019

di FABIO CAMILLACCI/ Roma sconfitta a Parma e sorpassata in classifica da Lazio e Cagliari. In un colpo solo, i giallorossi precipitano dal terzo al quinto posto (a pari punti con l’Atalanta che pareggia in casa Samp). Sprocati e Cornelius lanciano i ducali che salgono in ottava posizione superando Fiorentina e Verona. Match equilibrato allo stadio Tardini e sbloccato da un sinistro sporco di Sprocati al 68′. Al terzo minuto di recupero, con la Roma in avanti a caccia del pari, Cornelius trova il raddoppio in contropiede con un gran sinistro.

Ma è una Roma stanca, parecchio stanca, quella che si presenta in Emilia. Alla lunga, le tante partite ravvicinate, disputate praticamente sempre con gli stessi giocatori causa i numerosi infortuni, si sono fatte sentire. Stavolta il tecnico Fonseca ha sbagliato nel continuare a dare fiducia agli stessi titolari. Alla vigilia l’allenatore portoghese aveva detto: “Siamo in fiducia, non c’è bisogno di cambiare”.

E invece, stavolta c’era bisogno di un turn over più massiccio; anche perché qualche risorsa in panchina c’era. Altro dato che fa riflettere: questa Roma soffre le squadre che la mettono sul piano fisico e che si chiudono a riccio. Intanto, tiene banco il “caso Florenzi”. Il capitano continua a non essere utilizzato dal tecnico giallorosso. Nonostante tutto, il c.t. azzurro Mancini lo ha convocato in Nazionale per dargli fiducia. Ora la sosta, i giallorossi torneranno in scena domenica 24 novembre: alle 15 è in programma Roma-Brescia per la 13° giornata di Serie A. La speranza è che Fonseca recuperi i calciatori che al momento sono fuori per infortunio.