BOMBE DI MERCATO 2.0/ Ibracadabra? Zlatan Ibrahimovic e la Roma: voci di matrimonio

14/11/2019

di FABIO CAMILLACCI/ Ibra torna in Italia? Al momento, non è dato sapere. Intanto, gli stessi Los Angeles Galaxy hanno ufficializzato la fine del rapporto con Zlatan Ibrahimovic: un calciatore destinato pertanto a infiammare il calciomercato invernale nonostante l’età avanzata. L’attaccante svedese negli ultimi giorni è stato accostato a Bologna, Inter e Milan. Ma i rumors più recenti parlano di un’ipotesi Roma per l’attaccante svedese. Si dice che i giallorossi possono contare sui buoni rapporti che hanno con l’agente di Ibra, Mino Raiola, procuratore dei giocatori romanisti Kluivert e Mkhitaryan. Tante voci e una sola certezza: la Roma sta monitorando varie situazioni per regalare al tecnico Paulo Fonseca un altro attaccante, viste le condizioni di Kalinic gravemente infortunato.

Ai giallorossi serve come il pane qualcuno che possa far respirare Edin Dzeko, anche se affascina molto l’idea di vederli in campo insieme. Tanta roba. Il problema per portare Ibrahimovic alla Roma, o in un altro club italiano, rimane l’alto ingaggio; oltre alle inevitabili perplessità che possono riguardare la tenuta e il rendimento di un calciatore che a ottobre ha compiuto 38 anni. Ibra, dall’alto della sua classe e del suo curriculum, accetterebbe un contratto a gettone oppure un contratto fino a giugno 2020 con opzione per un altro anno? E a quali cifre? E’ tutto da vedere.

Altre news di mercato. Sempre per la Roma sembra decisamente più percorribile la strada che porta all’ex Juve Kean, altro assistito di Raiola che l’Everton potrebbe cedere in prestito; mentre Seferovic viene valutato almeno 20-30 milioni dal Benfica. A tenere banco è poi il futuro di Alessandro Florenzi, seguito praticamente da tutte le big italiane, pronte ad offrire pedine di scambio interessanti al direttore sportivo romanista Gianluca Petrachi. L’Inter, ad esempio, sacrificherebbe volentieri Politano, il Napoli può giocarsi le carte Hysaj e Ghoulam, anche se dalle parti di Trigoria piace soprattutto Mertens. Manca ancora un mese e mezzo all’apertura del calciomercato di gennaio, ma, come spesso accade, i giochi si fanno prima dell’inizio ufficiale della sessione. E il ritorno di Ibra in Italia è più di una suggestione.